affitta sale meeting

ricerca avanzata

Il Nostro Cartellone Culturale

Lunedì 19 novembre 2018, ore 15.00 Caffè Letterari III serie 2018

IL GRANDE GUALINO. VITA ED AVVENTURE DI UN UOMO DEL NOVECENTO

Martedì 20 novembre 2018, ore 18.00 Eccellenze del made in Italy 2018

ALTEA FEDERATION e WITT ITALIA GROUP

Martedì 20 novembre 2018, ore 21.00 I Martedì Sera IV serie 2018

SO CHE UN GIORNO TORNERAI

Mercoledì 21 novembre 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina III serie 2018

L'ACQUERELLO IN PIEMONTE

Martedì 27 novembre 2018, ore 21.00 I Martedì Sera IV serie 2018

L'ITALIA DEI NARCOPADRINI

Martedì 27 novembre 2018, ore 18.00 Eccellenze del made in Italy 2018

FINDER SPA e GRUPPO COMOLI E FERRARI

Mercoledì 28 novembre 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina III serie 2018

IERI, OGGI E DOMANI LE ROI DANCING NEL MONDO (ART DESIGN CARLO MOLLINO)

Martedì 4 dicembre 2018, ore 18.00 Eccellenze del made in Italy 2018

GIOBERT SPA e SPARCO

Martedì 4 dicembre 2018, ore 21.00 I Martedì Sera IV serie 2018

SERGIO MARCHIONNE. LA STORIA DEL MANAGER CHE HA SALVATO LA FIAT E CONQUISTATO CHRYSLER

Martedì 4 dicembre 2018, ore 18.00

GIOBERT SPA e SPARCO

Eccellenze del made in Italy 2018 

GIOBERT SPA: a 43 anni Giovanni Bertolino, capo officina in un’industria di serrature per auto, sceglie di mettersi in proprio e il 2 settembre fonda la Giobert. E’ il 1953 e la sede è un piccolo garage a Torino. Il primo prodotto è una serratura a pistoncini per il cassetto della Vespa, allora senza chiusure, distribuita ai meccanici. La chiave del “Codice 102” è la prima marcata Giobert su un lato e Torino sull’altro. Giobert oggi è una realtà internazionale presente in Italia, Polonia e Brasile con quattro stabilimenti, dove impiega un totale di circa 290 persone.
Dalle origini l’azienda gestisce nei suoi impianti l’intero processo, dal progetto e lo sviluppo alla produzione, fino alla consegna degli oggetti finiti. Nel settembre del 2013 Giobert compie i sessant’anni di attività. Dalla fondazione di Giovanni Bertolino all’ingresso in Polonia e Brasile, la storia dell’azienda è un lungo percorso di crescita tecnica e tecnologica, scandito dai tanti prodotti sviluppati per i marchi d’auto più noti. Opera da oltre sessant’anni nell’industria automotive come fornitore di chiavi, cilindri serratura e componenti per l’interno vettura. I suoi prodotti equipaggiano famosi marchi, in Italia e all’estero, quali Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Maserati, Ferrari, Ford, Iveco, BMW Motorrad e Piaggio. Interviene Paolo Bertolino, Amministratore Delegato.

 

SPARCO: quando si è giovani è facile avere dei sogni. Ciò che è difficile è realizzarli. Sparco è nata così, nel 1977, da Enrico Glorioso e Antonio Parisi, due ex piloti automobilistici i quali diventano, grazie all'esperienza sui campi di gara e alla passione per le corse, i pionieri nella produzione di prodotti di sicurezza per le competizioni automobilistiche. Da un sogno di due giovani piloti di Torino che hanno deciso di rendere più sicuro il mondo in cui facevano parte, il mondo delle competizioni automobilistiche. Era un periodo di grandi incidenti, era l’anno in cui Niki Lauda, deturpato nel volto dalle fiamme del Ring dell’anno prima, conquistava il secondo mondiale con la Ferrari 312 T2 e la FIA decise di introdurre delle nuove regole sulla sicurezza che la Sparco seppe interpretare nel modo migliore producendo nel 1978 la prima tuta, la Standard realizzata in Kevlar, in grado di resistere al fuoco. A fine anni novanta l'acquisizione di un'azienda leader nella produzione di parti in carbonio e la crescita della produzione di sedili di serie rendono necessario un nuovo stabilimento specifico per queste attività. In pochi anni Sparco diventa leader nella produzione di sedili e parti in carbonio per supercar e auto di lusso: Bugatti, Bentley, Ferrari, Ford (USA), Lamborghini, Maserati, TVR. E’ la perfetta realizzazione del connubio tra sicurezza, tecnologia e stile. Storie di vita, storie di passione. Cambiano le persone, passa il tempo, ma il DNA della Sparco non è mai variato. Interviene Aldo Bellazzini, Presidente.

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI